Il finanziamento agevolato mediato dai Confidi è uno strumento importante per le Aziende: in primo luogo perchè in grado di rispondere in maniera ottimale alle loro reali esigenze; in secondo luogo perché mosso da un intento fondamentale: il supportare l’impresa nel suo sviluppo.

Cosa è un Confidi?

Un Consorzio Confidi è costituito da aziende, che, in maniera mutualistica, si impegnano a fornire alle consociate  le garanzie necessarie per l’accesso agevolato a fidi e finanziamenti.

La valutazione delle imprese che richiedono l’accesso al credito, nei Confidi, è fatta su base qualitativa: vengono ponderati fattori quali la storia, le prospettive di crescita economica e di sviluppo territoriale, nonchè la reputazione aziendale.

Forte di questa conoscenza, della struttura associativa e della vocazione mutualistica, un Confidi si presenta agli istituti di credito come interlocutore privilegiato e credibile, e quindi in grado di ottenere condizioni agevolate per le imprese rappresentate.

Per cosa può essere utile?

Confidi garantisce per le aziende che richiedono credito destinato allo sviluppo di attività economiche e produttive.

Attraverso l’ampliamento delle capacità di credito, la riduzione del costo del denaro e la chiarezza delle condizioni contrattuali, l’impresa può di soddisfare le esigenze più disparate:

  • acquisto scorte, materiali, attrezzature, veicoli;
  • acquisto arredi, ristrutturazione o riqualificazione dei locali e degli ambienti aziendali;
  • operazioni societarie (capitalizzazione, acquisizioni, start-up);
  • investimenti in ricerca, innovazione e comunicazione.

La gestione finanziaria dell’azienda può avvalersi della garanzia offerta da Confidi per ottenere agevolazioni nel breve periodo (apertura di un conto corrente, fidi, anticipi), che nel lungo termine (mutui e leasing).

Di cosa risponde il consorzio?

A fronte della garanzia, un Consorzio Confidi deve rispondere nel caso l’azienda non sia in grado di mantenere gli impegni contratti.

Questo impegno può essere di diversa portata, a seconda della garanzia fornita.

Nel caso della garanzia a prima richiesta, il Confidi è tenuto a rispondere delle obbligazioni assunte con tutto il suo patrimonio, e, se l’impresa non rispetta quanto stabilito, deve pagare in seguito a una semplice richiesta del creditore.

Con la garanzia sussidiaria, invece, Confidi assume una posizione di secondo piano: prima è chiamata a rispondere l’Azienda di cui il Confidi si è fatto garante, che deve poi rispondere per la parte restante .

La consulenza di Gipifin

Gipifin fornisce la consulenza necessaria per individuare le forme e gli strumenti più adatti per rispondere alle vostre esigenze, in stretto rapporto con Confidi.

Per maggiori informazioni, telefonate allo  030.37.62.388 oppure compilate e inviate il seguente form: